Dove

IMG_2428

Dove.

Può sembrare scontato sapere da dove si viene e verso quale luogo si sta andando però non è sempre così. A volte è necessario scontrarsi ed evitarsi prima di poter ricevere delle risposte. È così che mi è successo: per anni ho evitato il mio paese di origine, mi aveva colpita con un pugno nello stomaco e io non ne volevo più sentir parlare. Però i casi della vita si aggiustano in maniera perfetta, al punto che il posto che hai scansato ti chiama, che sia per dovere o per piacere lui inizia a urlare il tuo nome.

E che fai? Ti metti l’animo in pace e capisci che lo devi affrontare una volta per tutte.
A me è successo così però nel momento in cui avevo la forza per strapparmelo di dosso mi sono trovata disarmata e confusa. Ciò che mi è stato ostile per anni mi ha fatta sua. Ciò che mi stavo rassegnando a perdere è entrato nelle mie vene. Perché quando ti senti abbracciare forte e non ti senti soffocare in quell’abbraccio vuol dire che qualcosa sta cambiando, sia all’esterno sia all’interno.

Cominci a guardarti bene intorno e vedi quel cielo sotto il quale ha vissuto tuo padre che ti chiama come se ora appartenesse a te, come se ti fosse stato lasciato in eredità. Vedi che quel fiume che l’ultima volta non avevi nemmeno notato ora ti costringe dolcemente a posare lo sguardo sul suo scorrere. Vedi la perfetta armonia distendersi davanti ai tuoi occhi.
Capisci, finalmente, da dove vieni. Capisci, finalmente, dove stai andando. Ed è una cosa importante se non la più importante.

IMG_2426

IMG_2425 IMG_2427

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *